POTRO' PERMETTERMELO?
QUALI AIUTI?

Presso l’ASL è attivo il servizio materno infantile che può prendere in carico i bambini per un breve ciclo di terapia.   Il servizio è sottodimensionato, non prende in carico tutti quelli che ne avrebbero bisogno e non si occupa di bambini di oltre i 10 anni.

Per il resto è necessario rivolgersi a professionisti privati. 

Esiste la possibilità di usufruire di un contributo economico erogato dall’INPS ai sensi della legge 289/90 la legge n. 289/1990 previsto per i minori di 18 anni che si trovino in condizione di “difficoltà persistenti” a compiere le funzioni proprie dell’età.

Requisiti per la richiesta sono la frequenza della scuola dell'obbligo pubblica o privata compresi l'asilo nido e la scuola dell'infanzia, la frequenza di centri di riabilitazione e recupero pubblici o privati convenzionati, la frequenza di corsi professionalizzanti.

Purtroppo, e troppo spesso, tale normativa viene letteralmente disattesa dalle commissioni INPS, che sembrano agire autonomamente da Regione a Regione concedendo o negando il contributo senza apparente corrispondenza all’effettivo bisogno.