CE LA FARA'?

A diversi anni dalla emanazione della legge 170/2010 possiamo affermare con sicurezza che si, un alunno con DSA opportunamente sostenuto ha la possibilità di raggiungere il successo formativo desiderato.

Abbiamo richiesto aI Servizio per gli studenti con DSA dell’Università di Bologna qualche numero in merito a immatricolazioni e lauree che interessano gli studenti con DSA. Le indicazioni che ci sono state fornite sono puramente indicative perchè considerano solo gli studenti che si sono rivolti al servizio stesso per un aiuto. Non è indispensabile comunicare il DSA al momento dell’iscrizione e si ritiene esista un importante numero di studenti con DSA che frequenta l’università senza ricorrere al servizio stesso.

Le nostre osservazioni di Associazione dedicata al supporto ai DSA ci restituiscono confortanti numeri secondo i quali gli studenti seguiti in modo idoneo si laureano nelle più svariate discipline senza alcuna differenza in termini di punteggio rispetto ai pari senza  DSA.

 Così come riconosciuto in diversi Stati esteri (GB e USA ad esempio) un soggetto con DSA opportunamente sostenuto negli anni dell’apprendimento sviluppa caratteristiche di grande valore per il mondo del lavoro quali: determinazione, perseveranza, propensione al pensiero visivo e spaziale, che è sintetico e procede per analogie, e quindi è potenzialmente creativo.